WaPo pubblica correzioni all’articolo di Taylor Lorenz dopo che due fonti l’hanno accusata di false segnalazioni

Il Washington Post ha emesso una correzione dopo che due fonti hanno accusato l’editorialista Taylor Lorenz di aver affermato falsamente di averli contattati per un commento venerdì.

Punto vendita pubblicato due correzioni al pezzo di Lorenz: “Chi ha vinto il processo Depp-Heard? Creatori di contenuti che sono andati all-in”, affermando che l’articolo attribuiva falsamente due YouTuber, Alyte Mazeika e ThatUmbrellaGuy, e l’avvocato dell’attore di Hollywood Johnny Depp, Adam Waldman.

Mazeika e ThatUmbrellaGuy hanno entrambi affermato di non aver mai ricevuto un’e-mail o alcuna forma di contatto da Lorenz in post separati su Twitter giovedì. Ha contattato i due utenti di Internet dopo che la storia era stata pubblicata, hanno detto in post separati su Twitter.

“Uhm. Questo dice che non ho risposto alle richieste di commento? So di aver ricevuto molte e-mail negli ultimi due mesi, ma ho appena ricontrollato il tuo nome, @TaylorLorenz, e non vedo alcuna tua e-mail”, ha twittato Mazeika.

ThatUmbrellaGuy ha detto che il Washington Post non lo ha mai contattato tramite e-mail o messaggi diretti di Twitter, quindi ha indicato la presunta falsa rappresentazione della citazione di Waldman sul contatto con gli influencer di Internet. (RELAZIONATO: Washington Post pubblica l’indirizzo dell’utente dietro il popolare account “Libs Of TikTok”)

“Vorrei vedere la prova che il Washington Post mi ha contattato, perché non ho ricevuto e-mail o DM di Twitter”, ha scritto. “Anche il Washington Post ha travisato PESANTEmente ciò che ha detto Adam Waldman ed è esilarante considerando come caratterizzano i loro rapporti rispetto ad altri che riferiscono di casi che non si sono venduti ai marchi CORP”.

Secondo quanto riferito, Lorenz ha contattato ThatUmbrellaGuy in un’e-mail più di un’ora dopo aver chiamato il Post per non averlo mai contattato. L’editorialista ha inviato l’e-mail alle 21:44 chiedendo informazioni sul reddito dello YouTuber, secondo una fotografia che ha pubblicato su Twitter. Nell’articolo, ha riferito che il mese scorso ha “guadagnato fino a $ 80.000”.

“Il Washington Post ha mentito e NON mi ha contattato prima di includermi nella loro storia su Johnny Depp, nonostante avesse riferito di averlo fatto”, ha pubblicato ThatUmbrella Guy.

Il Post ha emesso una nota dell’editore affermando che il pezzo “erroneamente” riportava che Mazieka e ThatUmbrellaGuy sono stati contattati per un commento, notando che Lorenz ha contattato Mazieka solo tramite Instagram prima della pubblicazione della colonna. Da allora l’outlet ha aggiornato il pezzo per notare che Mazieka “ha rifiutato di commentare” e ThatUmbrellaGuy “non è stato possibile raggiungerlo”.

Il giornale ha quindi affrontato la citazione di Waldman, che originariamente affermava di essere “”scivolato” nei DM di grandi influencer per fornire informazioni sul caso e promuovere l’idea che Depp fosse innocente”, secondo uno screenshot pubblicato da ThatUmbrellaGuy.

“Anche una versione precedente di questa storia attribuiva in modo impreciso una citazione ad Adam Waldman, un avvocato di Johnny Depp”, ha affermato la nota dell’editore. “La citazione descriveva come ha contattato alcuni influencer di Internet ed è stata rimossa”.

Lorenz ha sostenuto ha contattato “dozzine” di utenti e creatori di Internet pubblicando e plasmando l’opinione pubblica sul processo per diffamazione tra Depp e la sua ex moglie, Amber Heard. Il suo nome è andato di moda su Twitter dopo che gli utenti l’hanno chiamata fuori.

“Cerchio della vita”, ha detto, disegnando un cerchio attorno a uno screenshot del suo nome. Lorenz non ha risposto alle molteplici richieste di commento del Daily Caller.

Lorenz è stata presa di mira per aver pubblicato il nome e la pagina immobiliare del proprietario di Libs of TikTok, che intendeva rimanere anonimo, nel suo articolo del 19 aprile intitolato “Incontra la donna dietro Libs of TikTok, che alimenta segretamente la macchina di oltraggio della destra”.

Il Drudge Report ha chiamato Lorenz dopo aver affermato che l’hanno molestata “implacabilmente” e minacciato di distruggerle la vita. Ha raddoppiato dicendo di aver fatto una battuta “oggettivamente esilarante”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.