Viaggio in Europa: regole attuali sulla scadenza del passaporto

Dopo la Brexit, le regole sulla validità dei passaporti per i visitatori britannici nell’Unione Europea si sono inasprite. Ma il governo del Regno Unito dice ai viaggiatori che le normative sono peggiori di quanto non siano in realtà.

Dopo le richieste di L’indipendenteil Ministero dell’Interno ha smontato il suo controllore passaporti difettoso post-Brexit.

Ma il governo continua a pubblicare informazioni imprecise sulla validità dei documenti di viaggio britannici nell’Unione europea.

Alcune compagnie aeree continuano a negare l’imbarco ai titolari di passaporto del Regno Unito che dispongono di documenti validi per il viaggio, esponendosi a richieste di risarcimento.

Queste sono le domande e le risposte chiave basate sulle regole dell’UE, non sull’errata interpretazione da parte del governo del Regno Unito di esse.

Cosa è cambiato?

Mentre il Regno Unito era nell’Unione Europea, i passaporti britannici erano validi fino alla data di scadenza inclusa per i viaggi all’interno dell’UE. Ma dalla fine della fase di transizione della Brexit, i titolari di passaporto britannico sono trattati come “cittadini di paesi terzi” con disposizioni sul rilascio del passaporto e sulle date di scadenza, insieme a limiti sulla durata del soggiorno quasi ovunque in Europa.

A scanso di equivoci, queste non sono “nuove regole dell’UE” – sono state decise mentre il Regno Unito era nell’Unione Europea.

Cosa è necessario perché il mio passaporto sia valido?

I requisiti per l’area Schengen – che comprende la maggior parte dei paesi dell’UE più Svizzera, Norvegia, Islanda e una manciata di micro-stati – sono chiaramente espressi nella pagina Viaggi del sito La tua Europa dell’Unione Europea: “Se sei un cittadino non UE che desidera per visitare o viaggiare all’interno dell’UE, avrai bisogno di un passaporto

  • valido per almeno tre mesi dalla data in cui intendi lasciare il paese dell’UE che stai visitando,
  • che è stato emesso nei 10 anni precedenti”.

(Tutti i passaporti per bambini soddisfano quest’ultima condizione – vedi sotto.)

Perché la frase su “emesso nei 10 anni precedenti”?

Per molti anni, fino a settembre 2018, il Regno Unito ha avuto una politica generosa di concedere credito per il tempo “non speso” al momento del rinnovo del passaporto, rilasciando documenti validi per un massimo di 10 anni e nove mesi.

Quindi un passaporto rilasciato il 31 ottobre 2012 potrebbe mostrare una data di scadenza del 31 luglio 2023.

Questo è andato bene in Europa e nel mondo per dieci anni, fino alla Brexit, quando è entrata in vigore una norma di vecchia data. Per i non membri dell’UE che sperano di entrare nell’area Schengen, negli ultimi 10 anni deve essere stato rilasciato un passaporto.

Con un passaporto rilasciato il 31 ottobre 2012, indipendentemente dalla data di scadenza, non potrai entrare nell’UE dal 1 novembre 2022.

Fino a settembre 2018 il governo sembrava ignaro del problema. Una volta identificato il problema, la pratica di rinunciare a nove mesi di grazia è terminata bruscamente.

Le regole “emesso meno di 10 anni fa” e “validità tre mesi” sono combinate?

No. Non è necessario avere un passaporto rilasciato meno di nove anni, nove mesi fa. Le due condizioni sono indipendenti l’una dall’altra.

Il Dipartimento Migrazione e Affari Interni della Commissione Europea a Bruxelles mi ha detto: “L’ingresso dovrebbe essere consentito a coloro che viaggiano con passaporti rilasciati nei 10 anni precedenti al momento dell’ingresso nell’area Schengen.

“La condizione che il passaporto sia stato rilasciato entro i 10 anni precedenti non si estende per la durata del soggiorno previsto. È sufficiente che questa condizione sia soddisfatta al momento dell’ingresso.

“Per fare un esempio pratico, sarà consentito l’ingresso a un viaggiatore extracomunitario in arrivo il 1° dicembre 2021 per un soggiorno di 20 giorni nell’UE con passaporto rilasciato il 2 dicembre 2011 e valido fino al 2 aprile 2022”.

Ma il governo del Regno Unito afferma misteriosamente il contrario, dicendo: “Per alcuni paesi Schengen il tuo passaporto potrebbe dover avere meno di 10 anni durante l’intera visita e i tre mesi alla fine della tua visita potrebbero dover essere entro 10 anni dalla tua data di rilascio del passaporto”.

In altre parole, afferma il governo del Regno Unito, il tuo passaporto deve essere stato rilasciato non più di nove anni e nove mesi fa.

Questa è una sciocchezza, come ho fatto notare ai funzionari, anche fornendo una conferma esplicita dalla Commissione europea a Bruxelles.

Sfortunatamente, alcune compagnie di viaggio e compagnie aeree persistono nell’applicare informazioni errate. Ho chiesto alla Commissione Europea di contattarli e informarli sulle regole attuali.

Cosa dice il governo del Regno Unito?

Un portavoce del governo ha dichiarato: “La Commissione europea ci ha consigliato esplicitamente, anche nella corrispondenza ricevuta [on 10 November 2021]che le condizioni di un passaporto di età inferiore a 10 anni e valido per tre mesi dopo la data di restituzione sono cumulative.

“Ci stiamo impegnando con la Commissione per chiedere ulteriori chiarimenti e, se non sarà più il caso, aggiorneremo il nostro consiglio a tempo debito”.

Nello stabilire il diritto di un viaggiatore britannico di visitare l’UE, l’interpretazione del Regno Unito delle norme europee è irrilevante. L’indipendente ha contattato le principali compagnie aeree con le corrette informazioni fornite dalla Commissione Europea.

Qual è giuridicamente superiore: le regole europee o l’insolita interpretazione del Regno Unito?

Quello dell’Europa: conta l’atteggiamento della destinazione. Durante l’estate Jet2, non irragionevolmente, ha seguito il consiglio del Regno Unito e ha vietato a un certo numero di passeggeri i voli per l’Europa. Dopo L’indipendente ha sottolineato che ciò violava le regole sui diritti dei passeggeri aerei europei, Jet2 si è scusato e ha risarcito i vacanzieri interessati.

La più grande compagnia di vacanze della Gran Bretagna, Tui, ha cambiato la sua politica per allinearla alle regole europee. Un portavoce del gigante dei viaggi ha dichiarato: “A seguito delle nuove informazioni fornite, possiamo confermare che ora abbiamo modificato la nostra politica di conseguenza.

“Ai clienti non verrà negato l’imbarco sulla base del fatto che il loro passaporto deve soddisfare entrambe le condizioni in modo dipendente”.

Se vengo respinto ingiustamente, quali sono i miei diritti?

Per i voli: puoi richiedere la compensazione per il negato imbarco (£ 220 o £ 350, a seconda della durata del volo) e i costi associati, ad esempio la prenotazione di un altro volo con una compagnia aerea rivale o per il noleggio di un’auto sprecata e le spese di hotel che non possono essere bonificato.

Ho appena letto un rapporto che dice che ho bisogno di sei mesi rimanenti per l’Europa?

Alcune testate giornalistiche, purtroppo, continuano a pubblicare informazioni errate. Ignoralo.

Questa regola di oltre 10 anni si applica in qualsiasi altra parte del mondo?

No per quanto ne so. La preoccupazione per la data di emissione è rilevante solo per i viaggi nell’Unione Europea, non per il resto del mondo.

Per le destinazioni extra UE l’unica considerazione significativa è la data di scadenza. E per destinazioni come Australia, Stati Uniti e Canada, il tuo passaporto è valido fino a questa data inclusa.

Quindi, con quel passaporto in scadenza il 31 luglio 2023, potresti essere a New York fino a quel giorno stesso (anche se avresti bisogno di prendere un volo di ritorno diurno per evitare che il passaporto si esaurisca durante il viaggio.

E i bambini?

I passaporti per i minori di 16 anni sono generalmente validi per cinque anni (più eventuali crediti extra). Il passaporto di un bambino rilasciato per cinque anni e nove mesi rientra chiaramente nel limite di 10 anni e non vi è alcuna possibilità di violare tale condizione.

(Durante il 2021, il controllo passaporti difettoso del Ministero dell’Interno ha sottratto tutto il credito extra, il che era sia sbagliato che inutile. Il controllo online ora è stato disattivato.)

Ma attenzione alla regola dei tre mesi in uscita, di cui è più probabile che i bambini cadano a causa della minore durata dei loro passaporti.

Quando rinnoverai il passaporto?

È stato rilasciato il 23 maggio 2012 e scade il 23 febbraio 2023. Il passaporto è quindi valido per la partenza verso l’UE fino al 22 maggio 2022 per un soggiorno fino a 90 giorni (meno il tempo trascorso nell’UE nei precedenti 90 giorni).

Lo rinnoverò in anticipo rispetto al prossimo viaggio programmato in Europa dopo quella data.

Che dire di questa regola di 90/180 giorni?

Per i viaggi nell’area Schengen (la maggior parte delle nazioni dell’UE più Svizzera, Norvegia, Islanda e alcuni piccoli paesi) i titolari di passaporto britannico possono rimanere un massimo di 90 giorni su 180. Sono circa tre mesi su sei.

è difficile da spiegare, ma farò del mio meglio. Immagina un calendario che risale a quasi sei mesi da oggi. Quello che è successo più di 180 giorni fa è irrilevante. Ciò che conta è il numero di giorni in cui sei stato all’interno (I) o all’esterno (O) dell’area Schengen negli ultimi 180 giorni.

Puoi facilmente contare su un calendario da solo, stampato o digitale.

Se “I” raggiunge 90, devi lasciare quel giorno e rimanere fuori per quasi tre mesi, per accumulare 90 “O” di seguito. Quindi puoi rientrare, per un massimo di 90 giorni.

Nel corso di un anno solare, potrebbe funzionare in questo modo (supponendo che non vi siano viaggi nell’UE nei sei mesi precedenti).

  • 1 gennaio: entra in UE e resta per 90 giorni fino all’ultimo giorno di marzo, quando devi partire.
  • 1 aprile: resta fuori per 90 giorni, fino al 29 giugno.
  • 30 giugno: ingresso nell’UE e soggiorno per 90 giorni, fino al 27 settembre. Allora vattene.
  • 28 settembre: resta fuori dall’UE fino al 26 dicembre.

Per soggiorni più lunghi, alcuni paesi offrono visti che consentono ai cittadini britannici di rimanere per mesi e mesi. Se ottieni uno di questi, il tempo trascorso in quel paese non conta ai fini della regola “90/180”: in altre parole, puoi esplorare altri paesi dell’UE con un nuovo calendario.

E i membri dell’UE non Schengen?

Per i visitatori britannici a Irlanda, non ci sono limiti alla validità del passaporto. In effetti, un passaporto non è legalmente obbligatorio per i viaggiatori britannici nella repubblica, anche se alcune compagnie aeree insistono su di esso.

Bulgaria, Croazia, Cipro e Romania hanno regole identiche allo Spazio Schengen: passaporto rilasciato negli ultimi 10 anni e con validità residua di tre mesi il giorno dell’uscita dal Paese. Ma il tempo trascorso in nessuna di queste nazioni non contribuisce al totale dei giorni “90/180”.

Aiuto! Il mio passaporto è pieno di francobolli e non ho più spazio. Verrò allontanato?

No, anche se Eurostar avverte i titolari di passaporto britannico: “Controlla di avere una pagina chiara sul tuo passaporto poiché dovrà essere timbrata con la data del tuo viaggio quando viaggi da e per l’UE”.

L’UE Manuale pratico per le guardie di frontiera è esplicito su un “documento che consente a un cittadino di un paese terzo di attraversare la frontiera [that] non è più adatto per apporre un francobollo, in quanto non ci sono più pagine disponibili”.

Dice: “In tal caso, al cittadino di un paese terzo dovrebbe essere raccomandato di richiedere un nuovo passaporto, in modo che i francobolli possano continuare ad essere apposti lì in futuro.

“Tuttavia, in via eccezionale – e in particolare nel caso dei frontalieri regolari – può essere utilizzato un foglio separato, sul quale possono essere apposti ulteriori timbri. Il foglio deve essere consegnato al cittadino di paese terzo.

“In ogni caso, la mancanza di pagine vuote in un passaporto non è, di per sé, un motivo valido e sufficiente per rifiutare l’ingresso di una persona”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.