Tesla taglierà il 10% del personale salariato, dice Musk ai dipendenti

L’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk, prevede di tagliare il 10 percento della forza lavoro stipendiata della casa automobilistica elettrica, ha detto allo staff in un’e-mail venerdì.

I tagli di posti di lavoro non si applicheranno ai dipendenti che costruiscono automobili o batterie o che installano pannelli solari e il numero di dipendenti orari aumenterà, ha affermato Musk nell’e-mail, una copia della quale è stata rivista dal New York Times. “Tesla ridurrà del 10 percento il numero di dipendenti stipendiati, poiché in molte aree abbiamo superato il personale”, ha affermato.

Reuters ha riportato la notizia in precedenza, citando un’e-mail diversa che Musk ha inviato solo ai dirigenti di Tesla. Il prezzo delle azioni della casa automobilistica ha chiuso venerdì in calo di circa il 9% dopo la pubblicazione di quell’articolo.

Il personale di Tesla è cresciuto notevolmente con l’aumento delle vendite e ha costruito nuovi stabilimenti, di cui due aperti quest’anno vicino a Berlino e Austin, in Texas. L’azienda impiegava più di 99.000 dipendenti alla fine dello scorso anno. Solo due anni prima, Tesla ne aveva 48.000.

Mr. Musk e Tesla non hanno risposto alle richieste di commento.

All’inizio di questa settimana, il signor Musk ha detto ai dipendenti di Tesla e SpaceX, la sua compagnia missilistica, che avrebbero dovuto trascorrere almeno 40 ore alla settimana nei loro uffici.

“Più sei anziano, più visibile deve essere la tua presenza”, ha detto il signor Musk in un’e-mail ai dipendenti di SpaceX martedì. “Ecco perché ho passato così tanto tempo in fabbrica, in modo che quelli in linea potessero vedermi lavorare al loro fianco. Se non l’avessi fatto, SpaceX sarebbe andata in bancarotta molto tempo fa”.

Quell’annuncio ha spinto Musk e le sue aziende in un acceso dibattito sul giusto approccio per ripristinare la normalità dopo due anni caotici di pandemia. Ha anche suscitato preoccupazione per il fatto che potrebbe allontanare i migliori artisti che preferirebbero continuare a lavorare in remoto per una parte o per tutto il tempo.

I nuovi licenziamenti non saranno i primi in Tesla. La casa automobilistica ha anche licenziato alcuni lavoratori nel 2017 e nel 2018.

Nelle ultime settimane, gli investitori hanno iniziato a mettere in dubbio il prezzo alle stelle delle azioni della società. Il mercato valuta l’azienda a più di 728 miliardi di dollari, più di molte altre grandi case automobilistiche messe insieme. Le azioni di Tesla sono scese di circa il 40% rispetto al massimo registrato alla fine dello scorso anno, portando l’attenzione sui rischi che l’azienda deve affrontare a causa della crescente concorrenza, delle accuse di discriminazione razziale e dei problemi di produzione nello stabilimento di Shanghai.

Alcuni critici considerano l’offerta di Mr. Musk di acquistare Twitter come un’altra distrazione che potrebbe danneggiare Tesla. Una grande preoccupazione per alcuni investitori è che il consiglio di amministrazione della casa automobilistica non abbia abbastanza indipendenza dall’amministratore delegato per fungere da freno a lui e ai suoi impulsi.

“Dal punto di vista del buon governo aziendale, Tesla ha molte bandiere rosse”, ha detto al Times Andrew Poreda, analista senior specializzato in investimenti socialmente responsabili presso Sage Advisory Services, una società di investimento di Austin. “Non ci sono quasi controlli e contrappesi”.

Lo stile manageriale e il successo del signor Musk – è indicato come l’uomo più ricco del mondo da Bloomberg e Forbes – gli hanno fatto guadagnare ammiratori ma lo hanno reso un parafulmine. Negli ultimi anni Tesla ha perso un certo numero di alti dirigenti, molti dei quali hanno ricoperto ruoli di primo piano in altre case automobilistiche, società tecnologiche e produttori di batterie.

Di recente, Musk ha elogiato l’etica del lavoro in Cina, dove le condizioni di lavoro possono essere dure o addirittura abusive, suggerendo che i lavoratori negli Stati Uniti erano pigri. “Non bruceranno solo l’olio di mezzanotte. Bruceranno il petrolio delle 3 del mattino”, ha detto a proposito dei lavoratori cinesi in un’intervista al Financial Times. “Quindi non lasceranno nemmeno il tipo di cose di fabbrica. Mentre in America, le persone cercano di evitare del tutto di andare al lavoro”.

Tuttavia, alcuni analisti rimangono rialzisti sulle prospettive di Tesla. “Secondo noi, Tesla probabilmente non ha bisogno di assumere altri dipendenti per mantenere la sua crescita e riteniamo che il piano per ridurre la forza lavoro probabilmente dimostri che Tesla ha assunto più di un’assunzione l’anno scorso”, Seth Goldstein, analista azionario senior di Morningstar, ha detto in una nota venerdì.

Leave a Reply

Your email address will not be published.