Quasi nove adulti britannici su 10 affermano che il loro costo della vita è in aumento | Crisi del costo della vita

Quasi il 90% delle famiglie britanniche ha riportato un aumento del costo della vita il mese scorso a causa dell’aumento dei costi di carburante, cibo e prestiti.

Facendo ulteriore pressione su Rishi Sunak per aumentare il suo sostegno a coloro che hanno un reddito medio e basso, l’Office for National Statistics ha affermato che un quarto di tutti quelli nel suo sondaggio stavano lottando per pagare le bollette e il 17% si era rivolto a prestiti o prestiti con carte di credito Arrivare a fine mese.

Gli enti di beneficenza per il debito e gli attivisti contro la povertà hanno affermato che le cifre, che coprono le ultime due settimane di marzo, ricordano in modo scioccante che quest’anno le famiglie devono affrontare il più grande taglio del loro tenore di vita dagli anni ’50.

Jack Leslie, l’economista senior del thinktank della Resolution Foundation, ha affermato che la combinazione di riduzione delle buste paga e aumento dei costi significava che la pressione sulle famiglie stava crescendo.

L’ONS ha affermato che mentre l’aumento delle bollette ha colpito la maggior parte delle famiglie in tutto il paese, “è più probabile che colpiscano in modo sproporzionato quelle nelle aree più svantaggiate”.

Più di un terzo del quinto più indigente delle famiglie in Inghilterra aveva trovato difficile o molto difficile pagare le bollette abituali.

“Questo [situation] è destinato a peggiorare, con il numero stimato di famiglie che soffrono di stress da carburante che raggiunge i 5 milioni questo mese”, ha affermato Leslie.

“Andando avanti, il governo deve fare tutto il possibile per proteggere coloro che saranno più colpiti, con il sostegno alle famiglie a basso reddito una priorità”.

L’inflazione è salita al livello più alto degli ultimi 30 anni a marzo, trainata dall’aumento dei costi di gas, benzina, cibo, calzature, mobili e abbigliamento.

I salari sono aumentati negli ultimi mesi, ma non sono riusciti a tenere il passo con l’aumento dei prezzi poiché i datori di lavoro tentano di tenere sotto controllo i costi.

“,”caption”:”Sign up to the daily Business Today email or follow Guardian Business on Twitter at @BusinessDesk”,”isTracking”:false,”isMainMedia”:false,”source”:”The Guardian”,”sourceDomain”:”theguardian.com”}”>

Iscriviti all’e-mail quotidiana di Business Today o segui Guardian Business su Twitter all’indirizzo @BusinessDesk

L’ONS ha affermato che tra coloro che pagano le bollette dell’energia, circa quattro su 10 (43%) hanno riferito che è molto o alquanto difficile assorbire i costi più elevati.

Illustrando il crescente divario tra le aree più povere dell’Inghilterra e le più ricche con l’aggravarsi della crisi del costo della vita, più della metà degli adulti (57%) che vivono nei luoghi più svantaggiati ha segnalato difficoltà nell’affrontare la bolletta energetica rispetto a circa un terzo degli adulti (35%) nel meno indigente.

Sunak ha affermato che sta spendendo 22 miliardi di sterline per alleviare la pressione sulle famiglie, principalmente attraverso un taglio di 5 pence alle tasse sul carburante e una riduzione delle bollette del gas tramite uno sconto di £ 150 delle tasse comunali che è già entrato in vigore e una riduzione di £ 200 a ottobre, sebbene questo è attualmente un prestito che dovrà essere restituito nei successivi quattro anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.