Muore Dowless, figura chiave nell’indagine per frode elettorale in NC

È morta Leslie McCrae Dowless Jr., la protagonista di un’indagine per frode elettorale nella Carolina del Nord che ha portato a un’elezione del Congresso sostitutiva.

Sua figlia, Andrea Dowless Heverly, ha scritto che suo padre “è morto pacificamente” domenica mattina, secondo un post sui social media. Gli era stata diagnosticata una forma avanzata di cancro ai polmoni ed è morto a casa di sua figlia nella contea di Bladen, il suo amico Jay DeLancy ha detto all’Associated Press in una breve intervista: Dowless aveva circa 60 anni.

L’agente politico doveva essere processato quest’estate per più di una dozzina di capi di imputazione per criminali statali relativi ad attività di votazione per assenteismo per le elezioni generali del 2016 e le elezioni primarie e generali del 2018. Sono state denunciate anche una mezza dozzina di altre persone.

Testimoni hanno detto a funzionari statali che Dowless, con l’aiuto dei suoi assistenti, ha raccolto centinaia di voti per assenze dalla contea di Bladen nel 2018. Quei lavoratori hanno testimoniato di essere stati indirizzati a raccogliere schede bianche o incomplete, falsificare firme su di esse e persino compilare voti per i candidati locali.

I risultati delle elezioni generali del 2018 per il 9° distretto congressuale sono stati infine respinti e una nuova votazione per il seggio è stata ordinata dal Consiglio elettorale dello Stato, a seguito di un’indagine.

Dowless stava lavorando alla corsa al Congresso del 2018 per l’allora candidato repubblicano Mark Harris. Nessuna accusa è stata presentata contro Harris, che non si è candidato alle elezioni successive.

Dowless è stato successivamente accusato di accuse relative alle elezioni del 2016 e alle primarie del 2018.

La salute di Dowless era diventata un problema mentre riceveva una condanna a sei mesi di reclusione per crimini federali riguardanti frode sui benefici che era tangenzialmente correlata alla più ampia indagine statale.

Un giudice federale ha ritardato la data di riferimento di Dowless dallo scorso dicembre al 1 aprile dopo che il suo avvocato difensore ha affermato che Dowless ha avuto un ictus ad agosto e ha appreso in autunno di una potenziale diagnosi di cancro.

L’avvocato federale di Dowless ha presentato un’altra mozione a marzo chiedendo che fosse sigillata “a causa dell’inclusione di informazioni sanitarie sensibili”. Il Bureau of Prison non ha mai denunciato che Dowless fosse in custodia.

Domenica gli avvocati statali e federali di Dowless non hanno risposto immediatamente alle e-mail in cerca di commenti. Ma con la morte di Dowless, il caso di votazione per assente contro di lui ora è controverso.

Il procuratore distrettuale della contea di Wake Lorrin Freeman ha affermato che i ritardi legali causati dal COVID-19 hanno contribuito all’impossibilità di portare prima Dowless in giudizio.

Pur esprimendo le condoglianze alla famiglia di Dowless, la Freeman ha detto domenica che il suo ufficio andrà avanti con l’accusa di altri imputati, anche se Dowless era stata vista come la preside dell’indagine.

“Tutti gli altri casi in una certa misura derivavano da quello che lo stato pensava fosse il suo piano generale e il suo coordinamento”, ha detto Freeman all’AP. Ha detto che ogni singolo caso sarebbe stato valutato prima di decidere come procedere.

La scorsa estate la Dowless ha rifiutato di accettare un patteggiamento sulle accuse statali. Le accuse contro di lui includevano ostruzione alla giustizia, possesso di voti per assente e falsa testimonianza.

DeLancy, che ha visto Dowless la scorsa settimana, ha detto che Dowless “voleva la possibilità di difendersi dalle accuse dello stato” e ha respinto il patteggiamento “nella speranza di ricevere la sua giornata in tribunale”.

Dowless era “un uomo che era pronto a fidarsi e persino ad amare gli altri con i suoi atti di servizio”, ha detto DeLancy in un messaggio di testo.

Dowless si è dichiarato colpevole lo scorso giugno in un tribunale federale per aver ottenuto benefici illegali della previdenza sociale mentre nascondeva i pagamenti per il lavoro politico svolto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.