McCinema e la morte della qualità dell’immagine

Scrivo spesso testi in cera sui formati cinematografici premium, che normalmente significano uno dei tre formati, IMAX con Laser, Dolby Cinema e 4K con Atmos, che non è uno standard ufficiale ma è conosciuto nel Regno Unito come la famosa catena multiplex Cineworld come Superschermo. Quando vado al cinema, di solito è in uno di quei formati. In quanto tale, amici e parenti a volte si riferiscono a me come uno snob del cinema: – non in termini di film, ma in termini di aspettarsi un elevato standard di presentazione. Qualche giorno fa, un amico mi ha chiesto di unirmi a lui per vedere il nuovo film, il dramma d’azione Viking Il nordico, e dopo aver sentito cose buone, ho accettato. Il film non veniva proiettato su nessuno schermo di formato premium, ma ho pensato di seguirlo, quindi Screen 8 e Cineworld Hemel Hempstead erano allora. Cineworld è, ovviamente, il tuo classico multiplex – un McCinema – ma basta con il tuo snobismo da palazzo delle immagini – andrà bene, vero? Beh no. No, non lo farà.

Il mio amico aveva prenotato il suo posto e mi ha detto la posizione in modo da poter prenotare accanto a lui. Sono stato un po’ sorpreso di scoprire che aveva scelto di sedersi proprio in fondo, e quando siamo entrati nello schermo, sono rimasto sorpreso di scoprire che eravamo seduti proprio davanti agli altoparlanti posteriori sinistro. Ancora più con mia sorpresa è stato che la cabina di proiezione era posizionata al centro dell’ultima fila, tagliandola essenzialmente in due sezioni, e io ero seduto proprio accanto ad essa; tanto che durante il film ho potuto sentire anche il proiettore. Ha anche bloccato completamente qualsiasi audio dalla parte posteriore destra. In termini audio, era, in breve, un posto terribile dove sedersi.

Ho cercato di sollevare il problema senza sembrare troppo lamentoso, ma mi è stato spiegato che sarebbe stato meglio riprendere l’intero schermo dal retro. Hmm. Il fatto è che questo era solo uno schermo normale, non era particolarmente grande. Di recente ho scritto sulla costruzione del mio home cinema e seduto sul retro, lo schermo sembrava relativamente più piccolo di quello di casa mia.

Ma non era la dimensione dello schermo che mi infastidiva, o il fatto che potevo sentire gli altoparlanti posteriori sinistro erano più rumorosi per me rispetto a quelli frontali, era la qualità dell’immagine. Ero così povero. Il nordico è un film di grande impatto visivo, con abbaglianti notti al chiaro di luna, vicende oscure e ricche arance di combattimenti epici ambientati su uno sfondo di lava fusa. Almeno credo. L’immagine su questo schermo normale era così opaca, priva di luminosità, priva di contrasto e ricchezza di colori che riuscivo a malapena a dire. Era così piatto. Era difficile distinguere i dettagli dell’ombra e privava le scene dell’impatto visivo. E non c’era nessun 3D da incolpare qui per la leggera perdita. Il proiettore era probabilmente vecchio e la lampada doveva essere sostituita, ma non si rifletteva bene su Cineworld.

Poi c’è la risoluzione dell’immagine. Il proiettore era chiaramente un modello 2K standard, quindi nessuna bontà 4K e l’immagine era sicuramente meno nitida di quella a cui sono abituato, diciamo, una presentazione IMAX.

Poi c’era la luce sanguinante che proveniva dalle luci delle scale alla mia sinistra che è rimasta accesa per tutto il tempo per qualche ragione inspiegabile, così come la luce sanguinante ogni volta che qualcuno si alzava e lasciava lo schermo, e quando rientrava. Davvero? Le persone non possono assistere a un film? Hanno mai pensato di andare in bagno prima dell’inizio del film?

Il nordico è un film di forte intensità e posso solo immaginare quanto sarebbe deluso il regista Robert Eggers se vedesse il suo film proiettato in questo modo. Tuttavia, se questo è ciò che sta vivendo lo spettatore medio, forse non è così sorprendente che gli spettatori preferiscano guardare a casa. Lo schermo potrebbe essere ancora di dimensioni decenti e, se si tratta di un OLED o di una TV LED di fascia alta, i livelli di nero e i dettagli delle ombre saranno migliori di questo normale, non può essere disturbato a- per migliorare, cinema standard.

Ma alla gente importa? Se controlli le recensioni del tuo multiplex locale, la maggior parte dei commenti parlerà della lunghezza delle righe da popcorn o delle dimensioni dei nachos piuttosto che di eventuali problemi con l’immagine o il suono.

Sono rimasto sbalordito quando molti mesi fa ho visto Gli Eterni alla Vue di Cambridge – è stata la peggiore qualità dell’immagine che abbia mai visto in un cinema commerciale in vita mia, ma nessuno si stava alzando dai propri posti – forse perché erano intorpiditi alla sottomissione dalla monotonia del film, o almeno quello che di esso potevano discernere.

Solo la settimana prima l’avevo visto Animali fantastici: I segreti di Silente, nel mio locale è stato dotato di un proiettore IMAX CoLa (laser commerciale), ovvero un laser singolo, e ha goduto di un’immagine luminosa, nitida e colorata. È un peccato che il film fosse in gran parte incoerente e privo di brividi e, ironia della sorte, di magia, e avrei preferito guardarlo Il nordico su uno schermo del genere. Poiché non ci sono scene specifiche IMAX, Dolby Cinema sarebbe probabilmente il modo migliore per guardare il film in termini di qualità dell’immagine.

Quindi dico di essere più perspicaci: meritiamo di meglio di McCinema. Se non riesci a ottenere un’esperienza su schermo premium, cerca un cinema che si preoccupa della qualità dell’immagine tanto quanto si preoccupa di venderti popcorn e, se non è abbastanza buono, faglielo sapere.

Leave a Reply

Your email address will not be published.