Le aurore extraterrestri si verificano su altri pianeti?

Se sei stato abbastanza fortunato da intravedere l’aurora boreale, è un’esperienza che probabilmente non dimenticherai mai. Questi nastri di luce verde, rossa e viola danzanti illuminano periodicamente il cielo notturno dal Circolo Polare Artico fino alle latitudini medio-settentrionali fino a New York e Londra. Luci simili si verificano anche nell’emisfero australe, irradiandosi dall’area intorno all’Antartide.

Il bagliore inquietante è un fenomeno chiamato an aurora, dal nome dell’antica dea greca dell’alba. Ma l’origine di un’aurora non è divina; piuttosto, sono causati da energici venti solari che bombardano l’atmosfera superiore della Terra. Come fotoni (si apre in una nuova scheda) da questi venti solari interagiscono con i gas atmosferici, si illuminano di colori brillanti e vengono trascinati in forme fantastiche lungo le linee magnetiche del nostro pianeta. “L’ossigeno è rosso e verde e il blu o viola è l’azoto”, ha detto a WordsSideKick.com James O’Donoghue, uno scienziato planetario dell’Agenzia giapponese di esplorazione aerospaziale (JAXA).

Leave a Reply

Your email address will not be published.