Integrazione fallita: i populisti svedesi spingono per il ritorno dei migranti

I populisti Democratici svedesi (SD) hanno chiesto il rimpatrio di siriani, afgani e somali, rilevando il loro tasso di disoccupazione e l’alto numero di persone che non si sono integrate.

Il leader del partito Jimmie Åkesson e il portavoce della politica migratoria Ludvig Aspling hanno affermato che il governo svedese deve fare di più per riportare i migranti nelle loro terre d’origine se fanno affidamento sui benefici statali e non si integrano.

“Dal 2010, la Svezia ha concesso oltre 1,2 milioni di permessi di soggiorno, equivalenti a più di una Stoccolma nuova di zecca. La disoccupazione è quasi cinque volte più alta tra i nati all’estero rispetto ai nativi”, ha scritto la coppia in un articolo di dibattito per il quotidiano Aftonbladet.

La coppia aggiunge che tra siriani, afgani e somali, metà degli adulti guadagna meno di 100.000 corone svedesi (£ 8.189 / $ 10.235) all’anno e che tra i residenti nati all’estero in generale circa 600.000 non sono autosufficienti.

“La remigrazione non è una soluzione miracolosa, ma i fallimenti degli ultimi decenni dimostrano che deve essere un’opzione, una soluzione per tutti coloro che vivono in un’esclusione a lungo termine”, hanno affermato, osservando che mentre la Svezia ha un sussidio per coloro che lo desiderano per tornare nei loro paesi d’origine è usato raramente.

“Le strutture di incentivazione e il sistema di welfare devono essere riformati, in modo che le persone emarginate non possano essere coinvolte nella dipendenza dal welfare, ma siano costrette a entrare nella società o incoraggiate a reemigrare”, hanno scritto.

Åkesson e Aspling hanno anche citato l’approccio danese al rimpatrio dei migranti, citando il ministro del governo danese Mattias Tesfaye, che in precedenza ha affermato che il suo obiettivo è che la Danimarca riceva zero richiedenti asilo.

Il concetto di remigrazione è stato utilizzato anche dall’ex candidato alla presidenza francese Eric Zemmour durante la sua campagna elettorale all’inizio di quest’anno. Il populista ha affermato di voler creare un nuovo ministero del governo specificamente per affrontare la questione.

Zemmour ha proposto di rimandare almeno un milione di migranti nei loro paesi in un periodo di cinque anni. Un sondaggio pubblicato a fine marzo ha rivelato che circa due terzi dei francesi ha sostenuto una remigrazione di massa di clandestini, stranieri nelle liste di controllo dei terroristi e criminali stranieri.

Segui Chris Tomlinson su Twitter all’indirizzo @TomlinsonCJ o e-mail a ctomlinson(at)breitbart.com.

Leave a Reply

Your email address will not be published.