Il botteghino estivo si sta riprendendo, ma meno successi potrebbero danneggiare i cinema

  • Il botteghino estivo è iniziato alla grande con “Doctor Strange” e “Top Gun: Maverick”.
  • Ma ci sono meno film in uscita e il botteghino potrebbe diminuire più avanti nella stagione.
  • Gli eventi TV potrebbero dominare la cultura pop in quel periodo, quando i cinema non avranno IP in franchising.

Con “Doctor Strange in the Multiverse of Madness” e “Top Gun: Maverick” che hanno ottenuto solidi numeri al botteghino a maggio, i film estivi sembrano tornare in voga.

In arrivo ci sono altri successi infallibili come “Jurassic World: Dominion” e potenziali scoperte come “Elvis”. Shawn Robbins, l’analista capo di Box Office Pro, sta attualmente prevedendo che il sequel di “Jurassic World” potrebbe incassare fino a $ 210 milioni durante il suo weekend di apertura negli Stati Uniti, ed Elvis potrebbe incassare fino a $ 55 milioni: entrambi sarebbero un solido debutto.

Ma uno sguardo più da vicino al programma di rilascio e al settore dell’intrattenimento in generale, rivela i principali ostacoli che l’industria teatrale dovrà affrontare, anche se sta registrando una ripresa.

In particolare, nei cinema vengono distribuiti meno film rispetto a prima della pandemia. Durante il fine settimana del 20 maggio, 28 film sono stati distribuiti in 2.000 o più sale, secondo Comscore. Si tratta di un calo del 33% rispetto allo stesso periodo del 2019, quando 42 film avevano avuto un’ampia distribuzione.

Anche il botteghino è diminuito del 41% nello stesso periodo rispetto al 2019.

Al momento dell’analisi di Comscore, altri 63 film erano previsti per un’ampia distribuzione entro la fine di quest’anno, il che porterebbe il totale dell’anno a 91. In un anno pre-pandemia, i principali studi di Hollywood da soli avrebbero distribuito circa 120 film al cinema.

Chris Aronson, presidente della distribuzione domestica presso il distributore “Maverick” Paramount, ha recentemente dichiarato a Insider che si aspetta che la tendenza continui. La pandemia ha reso gli studi “più cauti” riguardo ai rilasci, ha affermato.

Gli studi offrono ai film finestre cinematografiche più lunghe, ma realizzano anche più film direttamente per lo streaming

Un’uscita cinematografica esclusiva di successo può aiutare a creare slancio per l’eventuale intrattenimento domestico di un film o


streaming

rilascio, dicono i dirigenti del teatro. Ma potrebbe essere vero il contrario se il film è un disastro al botteghino.

“Non c’è una rete di sicurezza”, ha detto Aronson. “Se fallisci teatralmente, fallisci post-teatrale”,

La buona notizia per i teatri è che gli studi stanno tornando ad abbracciare una finestra teatrale esclusiva, anche se più breve rispetto a prima della pandemia. Quarantacinque giorni stanno emergendo come standard del settore prima che un film arrivi ai servizi di streaming, rispetto alla finestra pre-pandemia di 75-90 giorni.

pinocchio disney plus

“Pinocchio” arriva su Disney+ l’8 settembre.

Disney+


Ma gli studi stanno realizzando contenuti esclusivamente per lo streaming. Per dirne alcuni:

  • Il film “Predator” “Prey”, dei Disney’s 20th Century Studios, arriverà su Hulu quest’anno
  • Un “Pinocchio” dal vivo sarà presentato in anteprima su Disney+
  • Warner Bros.’ Il film “Batgirl” dovrebbe debuttare su HBO Max
  • Sony, che non ha un servizio di streaming dedicato, ha un primo accordo con Netflix per tutti i film che prevede di realizzare per lo streaming

L’acquisizione dello studio cinematografico MGM da parte di Amazon a marzo potrebbe complicare ulteriormente le cose. Amazon deve ancora rivelare la sua strategia di rilascio per i film MGM. La compagnia darà ai film un’uscita nelle sale esclusive o li debutterà su Prime Video?

“Vogliamo vedere se esiste un modello di uscita nelle sale per quelle immagini della MGM ancora in cantiere”, ha affermato John Fithian, CEO della National Association of Theatre Owners. “Non abbiamo ancora risposte”.

Naturalmente, lo streaming non è l’unica minaccia per l’industria teatrale. Mooky Greidinger, CEO della catena teatrale Cineworld, ha affermato di essere più preoccupato per la concorrenza dell’industria degli eventi dal vivo, che è anche in ripresa.

“La mia competizione sono concerti, teatro dal vivo, eventi sportivi e altre cose fuori casa”, ha detto Greidinger a Insider durante la conferenza degli espositori di aprile, CinemaCon. “Negli ultimi due anni, naturalmente, la domanda di streaming è aumentata. Ma i servizi di streaming sono in competizione tra loro per l’attenzione a casa. Penso che l’attrazione principale dello streaming sia la TV, non i film”.

Ma anche la TV in streaming sta diventando più grande.

Obi-Wan Kenobi, Ewan McGregor

Ewan McGregor nel ruolo di Obi-Wan in “Obi-Wan Kenobi”.

Lucasfilm, Disney+


Gli eventi televisivi, tra cui le nuove serie “Star Wars” e “Il Signore degli Anelli”, potrebbero dominare il panorama dell’intrattenimento

Spettacoli come la serie “Star Wars” della Disney+, “Il libro di Boba Fett” e “Obi-Wan Kenobi” avrebbero potuto essere film teatrali prima dell’arrivo di Disney+.

Ora, i film di “Star Wars” stanno rallentando drasticamente con alcuni progetti pianificati ufficialmente in secondo piano, mentre una dozzina di serie sono in lavorazione per Disney+. La prossima voce di “Star Wars” sul grande schermo è probabilmente lontana anni, ben lontana dal piano annuale di film della Disney quando ha rilanciato per la prima volta il franchise nel 2015.

I cinque film Disney di “Star Wars” tra il 2015 e il 2019 hanno incassato quasi 6 miliardi di dollari in tutto il mondo.

E in agosto e settembre, quando le sale cinematografiche mancheranno del potere di franchising che ha finora aumentato il botteghino, grandi spettacoli come la serie “Star Wars” “Andor” e “Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere” di Amazon, debutto.

il signore degli anelli gli anelli del potere

“Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere”

Amazon


Certo, l’uscita di “Obi-Wan Kenobi” della Disney+ il 27 maggio non ha danneggiato la grande uscita nelle sale di quel fine settimana, “Maverick”, che ha guadagnato $ 160 milioni nei quattro giorni di vacanza. Ciò suggerisce che lo streaming e gli eventi teatrali possono coesistere.

Ma il passaggio allo streaming per i franchise che un tempo erano successi sul grande schermo potrebbe ancora avere un impatto sul botteghino generale.

I guadagni al botteghino di questa estate potrebbero diminuire man mano che la stagione si avvicina alla fine. I blockbuster basati su IP sono il pane quotidiano dell’industria cinematografica e sono inesistenti nei mesi di fine estate. I leader del settore con cui Insider hanno parlato in quel periodo stanno puntando su film originali per adulti come “Bullet Train” ad agosto e “Don’t Worry Darling” a settembre per dimostrare che quei film hanno ancora un posto nel mercato.

Nel frattempo, programmi TV di successo come “Andor e “The Rings of Power”, insieme allo spinoff “Il Trono di Spade” della HBO “House of the Dragon”, sono destinati a dominare il panorama della cultura pop in quel periodo.

Ironia della sorte, i cinema lo stanno cercando


Netflix

per aiutare ad affrontare questi ostacoli.

I proprietari di cinema hanno spinto la società di streaming a dare ai suoi film uscite cinematografiche più solide per anni.

Ora, vogliono che Netflix dia ai film una finestra esclusiva più vicina agli studi tradizionali da 30 a 45 giorni e investa in una significativa campagna di marketing, ha affermato una fonte vicina all’industria teatrale (Bloomberg ha recentemente riferito che Netflix sta davvero considerando un 45- finestra di un giorno per alcuni titoli selezionati quest’anno, incluso il sequel di “Knives Out”).

“I cinema hanno bisogno di contenuti per sopravvivere”, ha affermato Aronson, responsabile della distribuzione della Paramount. “Se le pubblicazioni verranno abbassate dagli studi tradizionali, dovranno trovare i contenuti da qualche altra parte”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.