I Rangers dimostrano di essere seri contendenti alla Stanley Cup con la vittoria in Gara 2

Sono davvero abbastanza buoni?

Era una domanda giusta considerando che i Rangers dovevano rimontare da 3-1 contro i Pittsburgh Penguins nel primo round della Eastern Conference e da 2-0 e 3-2 contro i Carolina Hurricanes nel secondo turno.

Sono sopravvissuti entrambi.

Ma poi ci sono stati i Tampa Bay Lightning, i due volte campioni in carica della Stanley Cup, e i resilienti Rangers hanno dovuto affrontare di nuovo la stessa domanda entrando nella finale della Eastern Conference.

Sono davvero abbastanza buoni?

Hanno risposto a questa domanda con enfasi venerdì.

Sì, sono abbastanza buoni. Sì, possono vincere la Stanley Cup.

I Rangers hanno vinto 3-2 in gara 2 al Madison Square Garden per prendere un vantaggio per 2-0 nella serie al meglio delle 7 dopo aver vinto 6-2 in gara 1 mercoledì.

[RELATED: Complete Rangers vs. Lightning series coverage]

Hanno posto fine alla serie di 17 vittorie consecutive dei Lightning in seguito a una sconfitta nei playoff dall’inizio della postseason 2020, ma si sono anche spostati entro due vittorie dal raggiungimento della finale della Stanley Cup, sei da un campionato della Stanley Cup.

Gara 3 è all’Amalie Arena domenica.

“Lo abbiamo sentito tutto l’anno [we weren’t] avrà davvero successo nei playoff”, ha detto il difensore Adam Fox, che ha ottenuto due assist e quattro takeaway in 25:12 di ghiaccio. “L’abbiamo detto tutto l’anno, la fiducia nella stanza è alta e le opinioni esterne non influiscono molto su nessuno. Ritornando da sotto 3-1, sotto 2-0, e questa squadra ovviamente ha avuto una buona serie di playoff di non perdere partite consecutive, ma non abbiamo proprio in mente quando arriviamo alle partite. Non stiamo pensando a quali serie di vittorie hanno le squadre o come hanno fatto prima. È proprio ora”.

I Rangers si sentivano così quando erano sotto 3-1 anche contro i Penguins, anche dopo aver giocato quella che rimane la loro peggiore partita dei playoff in Gara 4, una sconfitta per 7-2. Sono tornati per vincere Gara 5, hanno fatto lo stesso in Gara 6 e poi anche in Gara 7.

Non sono stati scoraggiati quando hanno seguito la serie contro gli Hurricanes. Hanno vinto le gare 3 e 4 in casa. Ma Gara 5 è stata la loro partita peggiore da Gara 4 contro i Penguins. Hanno perso 3-1 e sono stati eliminati 34-17.

Da allora i Rangers ne hanno vinte quattro di fila, battendo gli avversari per 20-8. Ne hanno vinte otto di fila in casa, la prima squadra a farlo nei playoff dai Los Angeles Kings nel 2013.

“Vogliamo combattere duramente, vogliamo competere duramente e finora siamo stati duri”, ha detto l’allenatore Gerard Gallant. “I ragazzi devono radunarsi attorno a questo. Penso che siamo una buona squadra di hockey. Abbiamo giocato un ottimo hockey nei playoff. Troviamo un modo per vincere le partite”.

Trovano un modo con Igor Shesterkinche sta battendo Andrej Vasilevskij.

Shesterkin ha effettuato 29 parate venerdì dopo averne fatte 37 in gara 1. È 9-3 con una media di 2,08 gol e una percentuale di parate di 0,939 da quando è stato ritirato in gara 4 contro i Penguins.

Video: TBL@NYR, Gm2: Shesterkin si allunga per fermare Stamkos

Vasilevskiy ha concesso nove gol su 62 tiri (4.60 GAA, .885 percentuale di salvataggio) nella serie.

“Andrei è ancora il miglior portiere del mondo”, ha detto Shesterkin, raddoppiando quanto detto prima della serie. “Non puoi dimenticare che la serie è di quattro vittorie, quindi dobbiamo solo continuare a giocare”.

Mika Zibanejad sta giocando.

Il centro ha segnato il suo nono gol in 11 partite venerdì, risalenti a Gara 6 contro i Penguins. Il gol di Zibanejad a 1:21 del terzo periodo ha portato New York in vantaggio per 3-1.

“È bravo come si arriva”, ha detto l’allenatore di Lightning Jon Cooper prima di Gara 2.

Sta suonando “Kid Line” dei Rangers.

Kaapo Kakko è entrato nel consiglio venerdì. Era il suo primo gol da Gara 3 contro i Penguins, ma ha segnato un punto in ciascuna delle ultime tre partite (un gol, due assist).

Video: TBL@NYR, Gm2: Kakko porta i Rangers in vantaggio per 2-1 vicino alla rete

Filippo Chitil ha fatto un assist sul gol di Kakko che ha portato il New York sul 2-1 alle 17:32 del primo periodo. Chytil ha segnato due gol in gara 1 e ha segnato cinque gol nelle ultime quattro partite.

Alexis Lafreniere ha avuto due assist in gara 1 e ne ha fatti quattro nelle ultime quattro partite.

“Abbiamo molta fiducia quando sono sul ghiaccio”, ha detto Fox.

La volpe sta giocando.

Ha dato il meglio di sé in Gara 2, impostando i gol di Kakko e Zibanejad. Fox ha quattro partite consecutive con almeno due punti, la serie multipunto più lunga di un difensore dei Rangers nella storia dei playoff.

Ha 12 punti (due gol, 10 assist) in una serie di sette punti consecutivi.

“Ha giocato a hockey eccezionale”, ha detto Gallant. “Sono entrambe le zone, [defensive] zona e zona offensiva, è davvero il leader della nostra squadra”.

Inoltrare Chris Kreider ha avuto due assist in gara 2 e ha punti in quattro partite consecutive (sei punti; tre gol, tre assist).

Inoltrare Franco Vatrano ha fatto un assist e ha punti in tre di fila (quattro punti; un gol, tre assist).

Difensore Giacobbe Trouba ha guidato New York con sei tiri bloccati e 25:14 di ghiaccio.

Difensore K’André Miller ha segnato e ha punti in tre partite consecutive (tre punti; un gol, due assist).

“Tutti stanno partecipando”, ha detto Gallant.

Video: TBL@NYR, Gm2: Miller raccoglie un tiro bloccato per segnare

Hanno cambiato la narrativa. Hanno risposto alla domanda.

“È davvero eccitante”, ha detto Fox, “ma eravamo dall’altra parte quando eravamo sotto 2-0, quindi penso che sia una buona lezione per noi non togliere il piede dal gas”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.