Guarda Blue Origin lanciare il suo quinto volo passeggeri ai confini dello spazio

Sabato mattina, la compagnia aerospaziale Blue Origin effettuerà il suo quinto volo turistico, inviando un equipaggio di sei persone ai confini dello spazio e tornando fuori dal Texas occidentale. Ancora una volta, è un volo senza grandi celebrità a bordo, poiché la compagnia sta effettuando la transizione verso queste rapide gite nello spazio relativamente di routine.

Il volo, chiamato NS-21, arriva appena due mesi dopo l’ultimo viaggio turistico di Blue Origin il 31 marzo. Quella missione ha inviato cinque clienti paganti e un dipendente dell’azienda: la prima volta che nessun grande nome ha volato. Il dipendente di Blue Origin era in realtà un sostituto dell’ultimo minuto per il comico e attore Pete Davidson, che originariamente doveva volare ma ha dovuto abbandonare a causa di problemi di programmazione quando la missione è stata ritardata. Prima di quel volo, Blue Origin si è impegnata ad avere almeno una celebrità a bordo dei suoi voli, incluso GMA ancora Michael Strahan, Star Trek star William Shatner, il leggendario aviatore Wally Funk e, notoriamente, il fondatore dell’azienda, Jeff Bezos.

Non ci sono nomi familiari su questo volo, ma ci sono alcuni volantini degni di nota su questo viaggio. Evan Dick, ingegnere e investitore, sta diventando il primo aviatore ripetuto di Blue Origin, essendo già volato nello spazio per la terza missione con equipaggio dell’azienda. E Katya Echazarreta, una comunicatrice STEM e conduttrice di YouTube, diventerà la prima donna nata in Messico a volare nello spazio. Il suo posto sul volo è sponsorizzato da Space for Humanity, un’organizzazione no-profit che mira a espandere “l’accesso allo spazio per tutta l’umanità” finanziando biglietti sui voli Blue Origin e Virgin Galactic per coloro che altrimenti non potrebbero permetterseli.

Anche Victor Correa Hespanha sta beneficiando di un volo sponsorizzato, questo da un gruppo chiamato Crypto Space Agency. Il gruppo di appassionati di criptovalute si autodefinisce un’agenzia spaziale per “Crypto Nation” e sta finanziando progetti legati allo spazio vendendo NFT. Il primo lancio NFT ha offerto la possibilità di volare nello spazio e Hespanha è stato selezionato casualmente per prendere il primo volo. La CSA prevede di acquistare più biglietti per lo spazio per i membri, “cercare il primo contatto con l’intelligence extraterrestre” e “proteggere il pianeta da impatti catastrofici di asteroidi”.

Sul volo ci sono anche Hamish Harding, un pilota di jet e presidente della propria attività di brokeraggio di business jet, e Jaison Robinson, un investitore, avventuriero ed ex concorrente del reality show, Sopravvissuto: Samoa. Infine c’è Victor Vescovo, che ha co-fondato la sua società di private equity e che si è tuffato nel punto più profondo dell’oceano fino a 12 volte e ha raggiunto la vetta più alta di ciascuno dei sette continenti.

I sei voleranno sul razzo suborbitale New Shepard di Blue Origin, progettato per lanciare i passeggeri a un’altitudine di circa 65 miglia oltre il confine dello spazio. Il veicolo decolla dalla struttura di lancio di Blue Origin vicino a Van Horn, in Texas, trasportando i clienti in una capsula appollaiata sopra il razzo. Una volta a una certa altezza, la capsula e il razzo si separano e i clienti sperimentano alcuni minuti di assenza di gravità mentre vedono la curvatura della Terra dallo spazio. Alla fine, sia il razzo che la capsula ricadono a terra; il razzo atterra in posizione verticale usando il suo motore mentre la capsula atterra sotto i paracadute.

Questo volo imminente doveva originariamente aver luogo il 20 maggio, ma Blue Origin ha ritardato la missione dopo aver scoperto che uno dei sistemi di backup di New Shepard “non soddisfaceva le nostre aspettative in termini di prestazioni”, ha affermato la compagnia. Ora, il volo è di nuovo attivo per il 4 giugno, con una finestra di lancio attualmente prevista per l’apertura alle 9:00 ET. Se hai già visto un volo di New Shepard, questo sarà più o meno uguale agli altri, se tutto va bene. Ma, se ancora non ne hai mai abbastanza dei voli New Shepard, la copertura di Blue Origin inizia circa un’ora prima del decollo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.