Deshaun Watson avrebbe offerto $ 100.000 per risolvere ogni causa, ma il suo denaro è stato rifiutato per questo motivo

Negli ultimi 12 mesi, Deshaun Watson ha dovuto affrontare 22 cause civili, ma il numero è salito a 23 questa settimana quando una nuova causa è stata intentata in Texas.

Quando l’ultima causa è stata intentata martedì, includeva un’informazione interessante: a quanto pare, Watson ha offerto $ 100.000 a ciascun querelante nel tentativo di risolvere ciascuna delle 22 cause legali che stava affrontando. Era già noto che i colloqui di transazione si erano svolti intorno alla scadenza commerciale della scorsa stagione, ma non si sapeva quanto Watson stesse offrendo per risolvere ogni caso.

Come notato per la prima volta da Pro Football Talk, c’è una notazione nella causa più recente che accenna all’offerta di conciliazione. L’ultima causa è lunga 11 pagine e nella seconda pagina c’era una nota sull’offerta di transazione.

Ecco cosa dice la notazione: “Ora sappiamo che Deshaun Watson ha offerto a ciascun querelante $ 100.000 per risolvere i propri casi, ma non tutti accetterebbero tale importo, a causa dell’aggressivo accordo di riservatezza [NDA] che il team di Watson ha proposto”.

Apparentemente Deshaun Watson ha offerto $ 100.000 per risolvere ciascuna delle cause civili che sta affrontando.

La notazione è stata aggiunta da Tony Buzbee, che rappresenta ciascuno dei 23 querelanti. Buzbee è l’avvocato di tutte le 22 donne coinvolte nei colloqui di accordo e rappresenta anche la donna che ha intentato la causa questa settimana.

Allora perché Watson dovrebbe fare un’offerta di risarcimento se insiste sul fatto di essere innocente? Ecco come si collega l’offerta a tutto ciò che è accaduto negli ultimi nove mesi:

  • Sembra che questa offerta sia stata fatta verso ottobre. A gennaio, una delle donne coinvolte nel caso ha offerto una copia dell’NDA al Daily Beast. La donna non ha mai firmato l’NDA, in cui si affermava che la Watson sarebbe stata disposta a pagarle $ 100.000 per firmarlo ad un certo punto in ottobre. All’epoca non era chiaro se l’offerta fosse solo per lei o se fosse stata fatta alle altre donne. Sulla base dei documenti del tribunale rilasciati questa settimana, sembra che l’offerta sia stata fatta a tutte e 22 le donne.
  • Perché il team di Watson voleva un accordo di non divulgazione? L’avvocato di Watson ha recentemente spiegato che l’unico motivo per cui voleva che le donne firmassero un NDA è perché i Miami Dolphins lo volevano. I Dolphins stavano cercando di fare uno scambio per Watson in ottobre e, secondo più rapporti dell’epoca, avrebbero concluso l’accordo solo se Watson avesse raggiunto un accordo con tutte le 22 donne che avevano intentato una causa. Alla fine, solo 18 delle 22 donne hanno accettato, il che ha fatto saltare in aria il commercio e ha tolto l’accordo dal tavolo poiché si trattava di un accordo tutto o niente.
  • Tony Buzbee dice che l’NDA ha rovinato i colloqui di accordo. Dopo la scadenza commerciale, Buzbee ha affermato che gli aggressivi NDA sono stati ciò che ha ucciso l’accordo: “In ciò che ci è stato presentato, c’erano accordi di non divulgazione e molte donne hanno respinto quelli”, ha detto Buzbee a novembre. Buzbee si riferiva specificamente agli NDA come a un “rompitratta” durante quella stessa intervista.

Fondamentalmente, sembra che il campo di Watson abbia offerto l’accordo di $ 100.000 a ciascun querelante per facilitare uno scambio con i Dolphins, il che ti dice quanto fosse vicino a uno scambio. Se tutte e 22 le donne avessero acconsentito all’offerta di risarcimento di Watson, è possibile che Watson giocherebbe per i Dolphins in questo momento, ma quattro delle donne si sono respinte e si sono rifiutate di firmare.

Allo stato attuale, Watson sta ancora affrontando 23 cause civili. Nel frattempo, la NFL sta concludendo le indagini sul quarterback dei Browns, un’indagine che dovrebbe concludersi a breve, secondo il commissario Roger Goodell.

“Penso che ci stiamo avvicinando alla fine del periodo investigativo”, ha detto Goodell alla riunione della Spring League il 24 maggio. “Allora sarà gestito dal nostro responsabile disciplinare”.

Anche se l’indagine dovrebbe concludersi nel prossimo futuro, Goodell non ha fornito una tempistica per un possibile annuncio dei risultati in cui la lega rivelerebbe se Watson sta affrontando una punizione o meno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.