Cristiano Ronaldo in panchina perché il compagno di squadra del Portogallo può “fare cose che non può”

Fernando Santos ha difeso la sua decisione di partire Cristiano Ronaldo dall’ultimo XI titolare del Portogallo.

Il cinque volte vincitore del Pallone d’Oro, capocannoniere di tutti i tempi del Portogallo con 115 gol, è stato assegnato un posto in panchina per lo scontro della Nations League contro la Spagna.

Ronaldo alla fine è entrato in campo al 62′, in sostituzione di Otavio, mentre Andre Silva è stato espulso per l’attaccante del Valencia Goncalo Guede all’Estadio Benito Villamarin.

Il 37enne attaccante ha avuto un impatto dopo essere entrato in campo e, dopo che la Spagna ha sprecato numerose occasioni per mettere a posto la partita, Ricardo Hota ha pareggiato per il Portogallo e l’1-1.

Molti hanno sottolineato che Ronaldo avrebbe dovuto giocare giovedì sera contro la squadra di Luis Enrique, ma l’allenatore del Portogallo Fernando Santos ha difeso la sua decisione di lasciarlo in panchina.

Nella sua conferenza stampa post-partita, il 67enne ha sottolineato che l’attaccante dell’RB Lipsia Andre Silva può fare cose che Ronaldo non può fare.

“Era solo un’opzione: un’opzione da manager, un’opzione tattica”, ha detto Santos.

“Ecco come verranno decise queste nostre partite. Per questo gioco, ho pensato che fosse importante avere un giocatore come Andre [Silva] di partenza. E’ un gran lavoratore, si chiude dietro, sa fare poche cose che Cristiano [Ronaldo] non può fare allo stesso modo”.

Santos ha aggiunto: “Cristiano può fare molte altre cose ed è per questo che è il miglior giocatore del mondo, ma questa volta è stata una mia scelta. Farò ruotare molto i giocatori nelle prossime tre partite”.

In vista della partita della Nations League di questa settimana contro la Spagna, Ronaldo ha giocato per l’ultima volta in panchina per il Portogallo nello scontro del 2017 contro Andorra.

È rimasto positivo sul risultato nella sua intervista post-partita.

“La Società delle Nazioni è una competizione che sarà per sempre legata alla Nazionale, la prima a vincere questo trofeo”, ha detto.

“Il nostro inizio in questa edizione, con un pareggio importante in Spagna, rinnova la nostra ambizione. La stessa di sempre, la stessa che ci muove e ci unisce in ogni momento: vincere per il Portogallo”.

Credito immagine: Alamy

Dopo il fischio a tempo pieno di giovedì sera, il difensore centrale spagnolo Pau Torres ha condiviso un momento con Ronaldo mentre si scambiavano le maglie.

È giusto dire che la loro interazione non è passata inosservata ad alcuni fan del Manchester United.

Pensieri su Ronaldo che esordisce in panchina per il Portogallo per la prima volta in cinque anni?

Fateci sapere nei commenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.