Come la startup Proptech Clikalia ha raccolto $ 1,1 miliardi in meno di 2 anni

  • Nel 2021, la Serie B da 460 milioni di euro di Clikalia ha battuto i record come uno dei round più grandi in Spagna.
  • Il CEO Alister Moreno ha detto a Insider del loro successo e del motivo per cui non temeva lo scoppio di una bolla immobiliare.
  • Ha citato la buona trazione commerciale, l’espansione internazionale e la digitalizzazione come fattori chiave.

Questa è una versione modificata e tradotta di un articolo originariamente apparso il 12 aprile 2022.

Nel 2018, Alister Moreno e Pablo Fernández hanno fondato la startup proptech Clikalia. Nel dicembre 2021, ha raccolto 460 milioni di euro in finanziamenti di capitale di rischio, che è uno dei più grandi round di capitale di rischio raccolti da una startup spagnola, ha riferito TechCrunch.

La startup proptech ha battuto il round di Serie F da 450 milioni di euro della startup spagnola Glovo nel marzo 2021.

Clikalia è una piattaforma che consente agli utenti di vendere rapidamente le proprie proprietà utilizzando il modello di business iBuyer, un metodo di acquisto immobiliare digitale reso popolare da società statunitensi come Opendoor.

L’azienda fa un’offerta ai venditori entro 24 ore e acquista la proprietà entro 7 giorni

Alister Moreno, CEO di Clikalia, ha detto a Insider che dopo l’acquisto della proprietà, Clikalia si occuperà di eventuali lavori di ristrutturazione o rimozione, avvalendosi di accordi in essere con società di fiducia.

Se la proprietà ha bisogno di mobili, Clikalia ha anche accordi con i fornitori, tra cui Ikea, ha detto. Clikalia rimette quindi la proprietà sul mercato.

“Il nostro obiettivo è consentire alle persone di acquistare case proprio come oggi acquistano prodotti su Amazon. Li guardi su Internet, li aggiungi al carrello e con un clic li acquisti. Puoi quasi farlo già tramite Clikalia, ” ha detto Moreno.

L’idea sembra aver convinto gli investitori. Fifth Wall, Luxor Capital e Deutsche Bank hanno guidato il gigantesco round di finanziamento nel dicembre 2021.

Nel febbraio 2022, la società ha anche completato un round di finanziamento di serie C da 75 milioni di euro, con i fondi destinati a continuare la sua crescita in Messico. Questo round è stato guidato da Fifth Wall e SoftBank Vision Fund 2.

Il finanziamento è il risultato della società che si concentra su digitalizzazione, redditività ed espansione internazionale, ha affermato Moreno

La startup ha anche acquisito Inmho nel 2021, una società di gestione immobiliare, dandogli accesso a oltre 250.000 unità residenziali, ha riferito TechCrunch.

“Siamo diffidenti nei confronti delle aziende che bruciano molti soldi senza sapere se faranno affari. Per noi la prima cosa era essere redditizie. Da lì, abbiamo speso per crescere, ma sempre al di sotto di quello che avremmo generato”, ha detto Moreno.

Ha aggiunto che ciò ha consentito all’azienda di superare il suo test più grande finora: la pandemia di COVID-19.

“Durante la pandemia, avevamo abbastanza soldi per far funzionare il nostro modello di business. Non dovevamo fare alcun ERTE”, ha detto Moreno, riferendosi al programma di congedo della Spagna, “e abbiamo continuato a comprare e vendere case perché il mercato andava avanti. “

Ha aggiunto che la società non è preoccupata per lo scoppio di una bolla immobiliare: “Nel mercato immobiliare, ci sono cicli di alti e bassi. Perché questi interessino una società immobiliare, i beni devono trascorrere almeno un anno in il portafoglio. La media delle nostre attività è di tre mesi. In quel periodo, un calo o un aumento dei prezzi non è così evidente”, ha affermato Moreno.

La tecnologia “proprietaria” dell’azienda consente questo rapido processo di acquisto e vendita, ha riferito TechCrunch, in cui i dati su una casa, inclusi i costi e il valore di mercato, possono essere rapidamente analizzati.

L’azienda ha intrapreso un ambizioso piano di espansione internazionale

Moreno trascorre gran parte del suo tempo in Messico, un paese di importanza strategica per Clikalia a causa delle sue dimensioni e della vicinanza agli Stati Uniti. Fifth Wall, uno dei maggiori investitori di Clikalia, ha sede a Los Angeles.

Ha aggiunto che l’esperienza in Messico ha aiutato Clikalia a imparare che mentre il mercato immobiliare può sembrare simile ovunque tu vada, la clientela vuole sempre qualcosa di diverso.

Moreno ha affermato che una cosa che l’analisi dell’azienda ha recentemente evidenziato, ad esempio, era che le case con porte di colore chiaro non stavano vendendo in Messico.

“Abbiamo chiesto ai nostri colleghi messicani e ci hanno detto che è una questione culturale. In Messico, il colore della porta di una casa deve essere scuro”, ha detto Moreno.

Moreno ha aggiunto che Clikalia stava ora cercando di espandersi in Portogallo e Francia.

“Il mercato portoghese è importante per noi perché ha le stesse esigenze di digitalizzazione e trasparenza del mercato spagnolo”, ha affermato Moreno.

Sebbene Moreno fosse fiducioso sui piani di Clikalia di “penetrare nuovi mercati”, la sua strategia era relativamente avversa al rischio. Ha detto a Insider: “Vogliamo entrare a poco a poco”.

Moreno ha aggiunto: “Il nostro obiettivo è condurre ricerche approfondite in ogni paese in cui intendiamo espanderci”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.