Benvenuti nel nuovo aeroporto LaGuardia: dai un’occhiata

Nel 2014, quando era vicepresidente degli Stati Uniti, Joe Biden ha notoriamente scherzato dicendo che l’aeroporto LaGuardia di New York City era come qualcosa che potresti trovare nel “paese del terzo mondo”. E nel 2011, Donald Trump ha detto lo stesso (“È come un aeroporto del terzo mondo”), aggiungendo che LaGuardia ha reso gli Stati Uniti “lo zimbello in tutto il mondo”. Non più. Grazie a 8 miliardi di dollari in lavori di ristrutturazione, questo aeroporto di New York si preannuncia come una struttura di livello mondiale.

Oggi, l’ultima pietra miliare del nuovo LaGuardia apre al pubblico: il Terminal C di Delta Air Lines. Prima dell’apertura, il CEO di Delta Ed Bastian si è unito al governatore di New York Kathy Hochul e ad altri alti funzionari per una cerimonia del taglio del nastro per rivelare il nuovo abbagliante terminal: una storia di successo per Delta, che sta investendo in grande stile a New York City con 4 miliardi di dollari solo presso LaGuardia. È il più grande investimento mai realizzato da Delta in una struttura aeroportuale. “La giornata di oggi segna un nuovo inizio per i clienti e i dipendenti Delta del nostro hub LaGuardia con l’apertura di questo nuovo straordinario terminal”, afferma Bastian.

In definitiva, la struttura all’avanguardia di Delta presso LaGuardia comprenderà sia il Terminal C che il Terminal D e si estenderà su 1,3 milioni di piedi quadrati, con 37 gate in quattro atri. I passeggeri apprezzeranno caratteristiche di sicurezza all’avanguardia, un migliore accesso ai trasporti, vie di rullaggio aggiuntive per ridurre i ritardi, opere d’arte pubbliche iconiche, offerte di cibo gourmet e altro ancora. Grazie alla pandemia, il sostanzioso progetto è sulla buona strada per essere completamente completato con due anni di anticipo: entro la fine del 2024.

Quindi cosa puoi aspettarti nel frattempo dal nuovo LaGuardia? Abbiamo una sbirciatina.

Massimizzare lo spazio

Delta ha utilizzato ogni centimetro quadrato per costruire la nuova incredibile struttura, avvicinandosi il più possibile alla Grand Central Parkway e al lungomare. “Quando abbiamo deciso di progettare questo nuovo terminal, a LaGuardia avevamo uno spazio immobiliare molto limitato con cui lavorare. È un letterale francobollo di un aeroporto”, afferma Ryan Marzullo, amministratore delegato di progettazione e costruzione di Delta. “Ci siamo concentrati principalmente sull’aerodromo perché LaGuardia è nota per i ritardi nelle partenze e negli arrivi. Quindi volevamo massimizzare la circolazione dell’aerodromo per gli aerei”.

Una sala arrivi e partenze in ascesa

Delta ha anche riversato una tonnellata di energia nel terminal stesso. “Quando abbiamo progettato questo terminale, abbiamo davvero tenuto a mente i newyorkesi, poiché vogliono velocità ed efficienza”, afferma Marzullo.

Poiché LaGuardia è principalmente una destinazione d’affari, Delta ha posto meno enfasi sull’area del check-in (“È carino, ma sappiamo che i nostri pochissimi clienti passeranno di qui, poiché pochissimi controlleranno i bagagli”) e maggiore enfasi su il controllo di sicurezza. Tuttavia, i miglioramenti ci sono. I passeggeri possono effettuare il check-in presso 36 sportelli a servizio completo e 49 chioschi self-service. C’è anche un’opzione di consegna bagagli diretta alla sicurezza.

Un migliore checkpoint di sicurezza

I passeggeri possono anche ignorare del tutto il check-in e dirigersi direttamente a uno degli 11 controlli di sicurezza. “È qui che abbiamo investito molto perché è al punto di controllo dove devi potenzialmente aspettare la TSA, quindi abbiamo concentrato i nostri sforzi di progettazione sull’esperienza del cliente e sulle aree in cui abiterai”, afferma Marzullo.

Un punto culminante della sicurezza è un’enorme installazione di arte digitale legata all’orario dei voli. “Quindi ogni volta che un volo Delta parte da LaGuardia, verranno visualizzate nuove immagini che collegano alla regione”, afferma Marzullo.

L’obiettivo: “Aspettare i controlli di sicurezza è la parte più stressante dell’esperienza di viaggio”, afferma Marzullo. “Quindi volevamo cercare di calmare i clienti, intrattenerli e lasciarli distrarre da questa incredibile arte digitale.

In prima linea nella sostenibilità

Il Terminal C è certificato LEED Silver con innumerevoli caratteristiche sostenibili: illuminazione a LED, vetri esterni che si oscurano automaticamente in base alle condizioni meteorologiche e all’ora del giorno, apparecchiature elettriche di supporto a terra e persino un impianto di produzione del ghiaccio che funziona durante le ore di riposo, riducendo così la domanda di energia durante i periodi di punta.

Opera d’arte impressionante

Il Terminal C sarà anche visivamente impressionante, grazie a una partnership con il vicino Queens Museum. Il programma vedrà la partecipazione di artisti locali, nati a New York o residenti a New York, e le opere in mostra metteranno in risalto la storia degli immigrati della città, la sua gente e la sua diversità. “Delta è enorme sulla diversità e noi siamo enormi sulle comunità che serviamo”, afferma Marzullo. “Vogliamo davvero mostrare la diversità all’interno di Delta, la diversità all’interno del Queens e la diversità all’interno di New York”.

Opzioni alimentari aggiornate

Il partner di lunga data di Delta, OTG Management, ha investito molto nell’esperienza gastronomica, portando le cose al livello successivo con ristoranti come un avamposto dell’istituto di New York Bubby’s (la sua prima volta in un aeroporto), Chuko Ramen (un negozio di ramen artigianale di Brooklyn), Essex Burger (uno chef guidato da un hamburger di provenienza locale) e altro ancora.

Secondo il CEO di OTG Rick Blatstein, l’azienda voleva mantenerla locale e da zero. “Il nostro obiettivo è offrire agli ospiti un’esperienza coinvolgente e high-tech che metta davvero in risalto la cucina autentica dei ristoranti locali che incarnano davvero la diversità di New York”, afferma Blatstein. “Siamo anche orgogliosi di servire Orwashers Artisanal Buns, Pat LaFrieda Meats, Hella Cocktail Co con sede a Queen, Butcher Girls Hot Dogs, LIC Beer Project e prodotti della Hudson Valley”.

Il più grande Sky Club

Il nuovo abbagliante Sky Club di Delta sarà alla fine il più grande del sistema Delta con appena 35.000 piedi quadrati. I tocchi architettonici chic evocano la New York di inizio XX secolo, con cabine per la privacy, spazi di lavoro privati ​​e posti a sedere per quasi 600 ospiti. Il club presenterà anche una cucina gourmet e chef ospiti in visita a New York City che sono all’avanguardia, come Maiko Kyogoku, chef proprietaria del ristorante giapponese di comfort food Bessou.

Quando lo Sky Club sarà completato nel 2024, ci sarà uno sky deck all’aperto tutto l’anno con un tetto in vetro retrattile.

Sala sensoriale

Il Terminal C offre una sala sensoriale che offrirà ai viaggiatori con sensibilità sensoriali un ambiente calmo e solidale. C’è scarsa illuminazione, cuscini a sacco e sedie a dondolo, oltre a una mini cabina finta di una compagnia aerea per far abituare le persone all’esperienza di volo prima di salire sull’aereo.

“Volevamo costruire una stanza in cui le persone potessero entrare, rilassarsi e allontanarsi dalla follia dell’atrio”, afferma Marzullo. “Ad esempio, è fantastico per qualcuno che ha un bambino che è autistico e non ha mai volato prima.”

Gli ospiti che desiderano utilizzare la Sala Sensoriale sono incoraggiati a informarsi con la compagnia aerea prima del viaggio.

Migliore esperienza in bagno

Anche i servizi igienici stanno ottenendo un aggiornamento. “Abbiamo passato molto tempo in bagno”, dice Blatstein. “Ci siamo incontrati con i clienti e abbiamo incorporato quel feedback”. I miglioramenti includono i corridoi dietro i servizi igienici, in modo che i bidelli non debbano svuotare la spazzatura intorno ai clienti. Gli ingressi ai bagni avranno murales a mosaico che rappresentano diverse parti di New York City. E buone notizie, signore: ci sarà più spazio. Inoltre, ci saranno anche aree di assistenza per animali domestici in tutti gli atri, a dimostrazione del fatto che Delta si preoccupa davvero di tutti coloro che viaggiano, anche dei cuccioli di pelo.

LEGGI DI PIÙ:

Classificata: le migliori compagnie aeree in America nel 2022, secondo JD Power Report

I 22 posti migliori per viaggiare negli Stati Uniti nel 2022

Leave a Reply

Your email address will not be published.