Arrow salva i carrelli della spesa online nel sud-est asiatico – TechCrunch

Anche nei mercati in cui la penetrazione delle carte di credito è elevata, l’abbandono del carrello degli acquisti è ancora una delle principali fonti di preoccupazione per i fornitori online. Ora immagina la situazione nel sud-est asiatico, dove molti paesi hanno decine di portafogli elettronici, acquista ora paga dopo servizi e altre forme di pagamento. Anche i bonifici bancari sono un’opzione popolare per gli acquisti online, ma comportano diversi passaggi, il che aumenta il rischio di abbandono del carrello.

Arrow vuole semplificare il processo di pagamento agendo come un livello superiore ai gateway di pagamento. Supporta più di 50 diversi metodi di pagamento, inclusi tutti i principali a Singapore, Malesia e Indonesia (tra cui Atome, GrabPay, Boost e GoPay).

La società ha annunciato oggi di aver raccolto 4,8 milioni di dollari guidati da Sequoia Capital India, con la partecipazione di Alpha JWC e Zinal Growth. Al round hanno partecipato anche gli investitori angel, tra cui il membro del consiglio di amministrazione di AIG e Maxis Ooi Huey Tyng, il direttore operativo di Paysend Steve Vickers e il capo di Coinbase del sud-est asiatico Hassan Ahmed.

I co-fondatori di Arrow: Sudhan Raj, Sebastian Roervig e Neo Liat Beng

Lanciata 15 mesi fa, Arrow è stata fondata da Liat Beng Neo e Sebastian Roervig ed è ora utilizzata da 100 commercianti. Liat Beng Neo ha detto a TechCrunch che uno dei motivi principali dell’abbandono del carrello è che “gli attuali processi di pagamento nella regione non tengono conto della sua incredibile diversità. Il sud-est asiatico è composto da undici paesi diversi, ognuno con le proprie abitudini e sfumature di e-commerce uniche”.

Ad esempio, ha aggiunto che alcune regioni hanno una scarsa connettività Internet, quindi i clienti potrebbero abbandonare la procedura di pagamento se si tratta di fare clic su più pagine Web. Anche i pagamenti popolari, come i bonifici bancari, comportano diversi passaggi e ognuno significa il rischio che un cliente cambi idea su un acquisto.

Oltre ai metodi di pagamento, Arrow integra anche le informazioni sulla spedizione e i programmi fedeltà affiliati, in modo che i clienti vedano tutto in un’unica pagina di pagamento. Arrow può essere integrato in piattaforme di acquisto come WooCommerce o Magneto o tramite API che consentono ai commercianti di sostituire le loro vetrine esistenti con Arrow. Per il social commerce, i rivenditori ottengono un link di pagamento che possono inviare messaggi ai propri clienti.

Arrow può essere utilizzato da tutti i tipi di commercianti, ma si concentra su beni di largo consumo e altri beni e servizi discrezionali, ha affermato Liat Beng, perché tendono ad avere alti tassi di abbandono del carrello. Si rivolge anche in particolare ai commercianti che trattano volumi elevati di ordini, poiché trarrebbero il massimo beneficio dai miglioramenti dei tassi di abbandono del carrello, ha aggiunto.

Arrow è attualmente attiva a Singapore, Malesia e Indonesia e prevede di concentrarsi su questi tre mercati per ora, pianificando l’espansione nelle Filippine, Thailandia e Vietnam.

Leave a Reply

Your email address will not be published.